Cuenca/Lauro nasce dalla collaborazione artistica tra César Augusto Cuenca Torres ed Elisabetta Lauro, danzatori attualmente residenti a Berlino. Si incontrano in Germania, nel 2001, presso la Folkwang University of Arts di Essen e la loro intesa umana e artistica è da subito evidente, durante le prove dello spettacolo”Eng” di Malou Airaudo, la prima di una lunga serie di esperienze condivise. Il loro percorso è marcato da due incontri cardine; quello con Wu Kuo-Chu, coreografo taiwanese di geniale sensibilità, col quale conoscono la radicalità e l'urgenza che sono all'origine di ogni onesto atto creativo, e quello con la danza necessaria e senza scampo di “Le Sacre du Printemps” di Pina Bausch.

 

Si aggiungono in seguito i diversi anni di intensa ricerca e produzione teatrale con Johannes Wieland, artista di prismatica qualità, con il quale possono mettersi in gioco su più fronti, allargando i confini della propria immaginazione. Durante il periodo del teatro stabile, sulla base delle tante e diverse esperienze artistiche raccolte, maturano il bisogno di slegarsi da situazioni già definite per immergersi pienamente nel tessuto delle proprie visioni e necessità, accettando i rischi e le responsabilità delle proprie scelte artistiche.

 

Dal 2011 sono indipendenti e investono le loro risorse nella realizzazione delle proprie creazioni. L'arte è per loro una lente speciale attraverso cui osservare se stessi e la realtà che li circonda, una dimensione dove confini e definizioni ragionate si dissolvono e il micro e il macro coincidono. Amano poter condividere ciò che è nato nel silenzio e nella solitudine, credono che il teatro riesca ancora a offrirci un alternativa, non privilegiano le parole chiave, e per loro innovazione e originalità non sono necessariamente uno scopo da perseguire. Sono convinti che ciò che davvero importa non ha né forma, né nome e né tempo.