Gennaro Lauro è laureato in Filosofia e Lingue Orientali. Si avvicina al teatrodanza nel 2011 collaborando in diversi progetti con Giorgio Rossi e Ivàn Truol. Lavora con Félicité Mbezele e Sunkyung Cho, e fonda il gruppo di ricerca teatrale Caravan. Nel 2013 prende parte a “Studio sulla Felicità” di Giorgio Rossi e nello stesso anno partecipa allo spettacolo “Unsettled Stones” di Zhao Chuan (Grass Stage Theatre – Shanghai) e al progetto di video arte “Passo a Due” di Mariana Ferratto. Nel 2014, alla collaborazione con Sosta Palmizi di cui è artista associato affianca quella con la compagnia Atacama di Roma. Ricopre come interprete piccoli ruoli in film di Nanni Moretti e Liliana Cavani e continua a lavorare come traduttore per Adelphi, Fazi e altre case editrici con cui lavora dal 2010. Collabora con la Compagnia Cuenca/Lauro dal 2012, in qualità di assistente alla regia e drammaturgia.

Roberto Di Camillo comincia la sua formazione teatrale, prima presso il Teatroduemondi di Faenza, poi con l' attrice cantante Daniela Piccari, il Teatro Nucleo di Ferrara e la compagnia Abbondanza-Bertoni. Si diploma presso la Folkwang University of Arts e lavora nella compagnia di teatrodanza dello Staatstheater Kassel, in Germania, diretta prima da Wu Kuo-Chu, di cui è anche assistente, e poi da Johannes Wieland. Lavora come direttore di prova per il Cloud Gate Dance Theatre e danza tra altri con Juan Cruz Diaz Garaio de Esnaola e Vivienne Newport. Partecipa alla produzione di diversi spettacoli di Malou Airaudo e collabora intensamente con Daniela Piccari in qualità di co-regista, coreografo e docente. Insegna nel corso postuniversitario "Teatri in corso", è docente di Danza Teatrale per il biennio specialistico in Arti e discipline dello Spettacolo dal vivo dell' Accademia di Belle Arti di Bologna e conduce diversi laboratori. Collabora con Cuenca/Lauro dal 2011 e lavora insieme a Elisabetta Lauro e Daniele Piccari al progetto "Al volo", attualmente in fase di ceazione.

Daniela Piccari studia canto fin da bambina e, laureata in lettere, si trasferisce in Danimarca per far parte del gruppo teatrale "Farfa" fondato da Iben Nagel Rasmussen e parte del "Nordisk Teaterlaboratorium" diretto da Eugenio Barba (Odin Teatret). In seguito con l'attrice Tove Bornhøft fonda e dirige la compagnia danese Teater Rio Rose. Tornata in Italia, inizia la collaborazione con Accademia Perduta/Romagna teatri che continua tuttora con tournèe internzionali. Interessata alla poesia in musica lavora con compositori come Andrea Alessi, Marco Biscarini, Thomas Clausen, Sandro Nidi, Dimitri Sillato, Luciano Titi, Simone Zanchini, Valentino Corvino..... In occasione della ricerca sul dialetto canta le poesie dei poeti santarcangiolesi Pedretti, Baldini, Guerra e collabora alla formazione del gruppo musicale “Voci”. E’ impegnata in sperimentazioni teatrali con diversi attori, danzatori, musicisti e autori che riconoscono il valore della “fusione” dei linguaggi artistici.

Gaetano Corriere. Classe 1991. Terminati gli studi superiori si avvicina al teatro-danza con la compagnia Menhir di Bari dove lavora prima come esecutore luci e poi come  tecnico di compagnia. Basa la sua formazione sull'esperienza fatta in diversi e numerosi lavori, cambiando agevolmente ruolo, ma approfondisce con corsi specializzati prima in gestione luci poi audio. Parallelamente fonda l'associazione Metaphonia, per la formazione e sviluppo di tecnici e competenze per lo spettacolo. Nel 2012 cura il lavoro "Grande Adagio Popolare" di Virgilio Sieni affiancando il direttore tecnico Paolo Betta. Dal 2012 al 2014 è light designer e direttore tecnico per la compagnia Vitruvians di Bari, con cui realizza il musical "Midnight in Chicago", "Maria Antonietta", lo spettacolo di danza e musica classica "Life 95" e "Il grande Gatsby". Parallelamente cura la direzione e il ruolo di fonico di sala dell'"Anteprima Festival Jazz Talos" in Ruvo di Puglia dal 2012. Per Menhir nel 2014 cura i lavori "Vangelo di Pasolini" e "Biosculture e Ulivi" Dal 2013 collabora con la compagnia Cuenca/Lauro affiancandoli come esecutore luci e audio negli spettacoli  "Hay un no sè que sè donde" e "(zero) work in progress".